Cioccolatoni alla castagna

Qualche giorno fa ho preparato un “Mont blanc” per una cena da amici e mi è avanzato un po’ di impasto e un po’ di cioccolata fondente. E allora, ho pensato, perché non preparare una specie di “cioccolatone”, un bon bon con un cuore a base di castagna e il guscio di cioccolato? Io ho preso l’impasto avanzato, ci ho aggiunto un po’ di burro e miele, ed ho proceduto come descritto sotto. Ma, per comodità, vi riporto ingredienti e quantità (e per pigrizia, abbrevio la descrizione del processo di preparazione delle castagne) Ingredienti (per circa 25 cioccolatoni): 250 grammi di castagne o, meglio, di marroni (da sbucciare) 50 grammi di cioccolato fondente per l’impasto 150 grammi di cioccolato fondente (più mezzo bicchiere di latte) per la copertura 1 cucchiaio di whiskey o di rum 1 cucchiaino abbondante di miele (preferibilmente di castagne) 15 grammi di burro fuso Preparazione: Bollire, sbucciare (ancora calde) e tritare (con un passaverdura o uno schiacciapatate) le castagne, aggiungervi la cioccolata (fusa oppure grattugiata), il miele ed il burro, il whiskey: impastare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido. Far riposare l’impasto per circa 30 minuti in frigo. Preparare una serie di palline di grandezza simile ad un “lindor” o un “bacio”, porle su un tagliere o in una teglia da forno e farle riposare 30 minuti in congelatore. Se volete, inserite uno stuzzicadenti in ogni pallina (aiuterà nella prossima fase chi – come me – è poco pratico). Fondere a bagnomaria la cioccolata con un po’ di […]

Mont Blanc (dolce di castagne)

Il “Mont Blanc” che vi propongo è, ovviamente, alla mia maniera: in internet ne ho trovate varie versioni, alcune molto simili, altre molto diverse fra loro. Mia mamma lo preparava all’avvicinarsi delle feste ed era un evento “familiare”, perché ci ritrovavamo tutti insieme intorno al tavolo a sbucciare e pulire le castagne, fase iniziale (e la più lunga) per la preparazione di questo dolce. Nonostante questo, non ho una ricetta precisa ma so quali sapori e colori deve assumere il dolce nelle varie fasi di impasto. Provo quindi a darvi la mia ricetta (rielaborata anche rispetto alla “tradizione” di mia mamma) ma lascio a voi la possibilità di arricchirla e gestirla come meglio pensate. Io tendo a farlo molto semplice e poco dolce, con pochi ingredienti (ma buoni) e molto lavoro manuale. Ma, anche in questo caso, voi potete “trasformare” la ricetta come meglio pensate. Una piccola nota sulla presentazione: questo dolce (si tratta di un dolce al cucchiaio, in pratica) andrebbe presentato in un vassoio piano, ampio, dai bordi bassi. Siccome dovevo portarlo a cena da amici ho preferito usare, come contenitore, una zuppiera (come vedete dalle foto). Non rende giustizia all’immagine del dolce, ma ha garantito il trasporto senza troppi problemi. Dosi per 15 persone (abbondanti): 1,5 Kg di marroni o castagne, da sbucciare 300 grammi di cioccolata fondente (io ho usato 2 tavolette da 100 grammi di cioccolato dell’Equador al 70% più una tavoletta di fondente extra all’85% di cacao) mezzo bicchiere di Whiskey o di Alchermes 1 litro […]

Bisteeya (Pastilla)

Ed ecco un altro piatto, dopo la tajine di agnello e carciofi, preso dal libro di ricette comprato durante il mio viaggio in Marocco. Durante quel viaggio ho avuto la possibilità di assaggiare la Bisteeya ad un ristorante (e mi è piaciuta molto) ma, ancor più buona l’ho assaggiata fatta in casa, dalla moglie della nostra guida. Siamo andati, noi del gruppo insieme alla guida e alla sua famiglia, presso la fiera agricola di Mekness e la signora aveva preparato, insieme al pranzo per la famiglia, uno “spuntino” (secondo lei, quasi un pranzo ai nostri occhi) anche per noi. Inizialmente avevo paura della “cannella”, una spezia che non amo moltissimo, ma devo dire che in questo piatto (ce n’è tanta) ci sta molto bene. “Pastilla” è il nome “spagnoleggiante” di questo piatto. Sostanzialmente è un pasticcio di piccione, con tante spezie e mandorle tostate, rivestito di pasta fillo e cotto in forno. Nella versione qui riportata (semplificata) la base è pollo (che, fortuna delle fortune, ho “rubato” a babbo, che li alleva ruspanti nel campo). La preparazione prevede un unico pasticcio, ma io ho fatto delle “mini porzioni” usando i contenitori (si chiamano pirottini, mi sembra) di alluminio. Ingredienti (12 mono porzioni): 3-4 cucchiai di olio (di oliva) 25 grammi di burro 1 pollo intero, spezzato grossolanamente. Oppure due petti di pollo tagliati a cubetti. 1 cipolla tritata finemente 1 buon pizzicotto di zenzero (ginger) fresco tritato 1 pizzico di zafferano (2 bustine) 2 cucchiaini (rasi) di cannella in polvere (e tanta altra per la guarnizione) […]

Tajine di agnello e carciofi

Dal viaggio in Marocco, oltre a belle amicizie, bei posti, buon cibo, mi son portato a casa anche una tajine, cioè una “pentola” di terracotta in cui viene preparato il piatto tradizionale Berbero (che si chiama, appunto, tajine e dà il nome anche al contenitore di cottura). E, ovviamente, un libro di ricette marocchine. Con alcuni amici abbiamo deciso di fare una cena marocchina e, oltre alla Bisteeya, ho provato questa ricetta, adattandola un po’ alla mia maniera. Nota: data la quantità da cuocere ho dovuto usare un tegame in acciaio ed ho usato la tajine solo per riscaldare e presentare a tavola la pietanza. E veniamo alla ricetta (ho calcolato 5 porzioni) Ingredienti: 1 kg di agnello (possibilmente nella coscia), da disossare e tagliare in cubetti (circa 600 grammi pulito) 1 cipolla e mezzo (1 se grande) finemente tritata 2 spicchi di aglio 4 cucchiai di prezzemolo finemente tritato 4 cucchiai di coriandolo fresco finemente tritato un buon pizzico di zenzero (ginger) macinato (oppure 1 cucchiaino di zenzero fresco tritato) un cucchiaino di cumino macinato (o semi di cumino, da tritare) 5 cucchiai di olio d’oliva scorza di mezzo limone (1 se piccolo) 400 grammi di carciofini sott’olio 1 cucchiaio di menta fresca, tritata (più altra, se si vuole, per guarnire) Sale e pepe Circa 400 ml di brodo (far bollire a fuoco moderato per circa 1 ora: mezza cipolla, 1 carota, 1 o 2 ossi dell’agnello, sale, prezzemolo) Disporre la carne di agnello in una ciotola, aggiungere cipolla, aglio, prezzemolo, coriandolo, zenzero, cumino (tutti finemente […]

Giornata internazionale della pasta!

Per uno come me che si ritiene un buongustaio, oggi è la festa delle feste: si celebra la diciassettesima giornata mondiale della pastasciutta! Non ci credete? Guardate qui! La giornata è promossa dalla I.P.O. (International Pasta Organization), una associazione dedita a diffondere tutto quello che riguarda la pasta ed il suo consumo. Quindi, a pranzo o a cena, tutti a festeggiare: spaghetti alla carbonara, pennette a tonno e pomodoro, vermicelli al sugo, pappardelle alla lepre, pici all’aglione… e chi più ne ha più ne inforchetti 🙂 Buon appetito!

Saperi e sapori in val brembana…

Lo confesso: son stato contattato in un modo un po’ curioso da La baita dei Saperi e Sapori brembani, che sta promuovendo alcune iniziative nel territorio: sagre e eventi che si svolgono in questi giorni. La cosa mi ha incuriosito ed ho letto un po’ di loro articoli che puntano a promuovere il territorio partendo soprattutto dai prodotti locali, cioè i “sapori” della valle (dalla “sagra della mela” ai prodotti tipici locali) e vanno fino ai “saperi” con – per esempio – il “campionato di mungitura a mano di vacche” (sì, è questo che mi ha incuriosito 🙂 ) Se siete nelle zone di Bergamo potreste farci un salto nei prossimi giorni. Io sono un po’ lontano per una “toccata e fuga”, ma prossimamente, forse, potrei farci un viaggio.

Melanzane e pomodori alla (quasi) parmigiana

Avere una persona che cura un orto, e trovare, quasi ogni giorno – specialmente in estate – prodotti freschi e buoni è una grande fortuna. E così oggi ho deciso di sfruttare un po’ di questi ingredienti freschi e farmi una cenetta particolare. Tanto, se metti insieme ingredienti buoni, vien fuori quasi automaticamente qualcosa di buono 🙂 Ingredienti 1 melanzana dell’orto, 2 pomodori dell’orto, un formaggio preferibilmente a pasta morbida (ho usato il provolone), sale, pepe, olio, origano q.p. (quanto piace) Preparazione grigliare le melanzane farle raffreddare: nell’attesa tagliare a fette sottili i pomodori e a strisce sottili il formaggio. Quando le melanzane sono fredde assemblare il tutto: cospargere con un filo di olio il fondo di una pirofila e adagiarvi le melanzane. Un chicco di sale, uno di pepe, e proseguite con uno strato di pomodori. Ancora un chicco di sale, uno di pepe, una spruzzatina di origano e il formaggio. Proseguire così per 2 o 3 strati: chiudere con il formaggio e un filo di olio. Se piace, aggiungere nell’ultimo strato pan grattato o formaggio più stagionato (parmigiano o simili) per creare una crosta. Mettere in forno a 200 gradi per 15 minuti e gustare caldo (ma attenti alle ustioni). Nota: i pomodori di solito sono molto acquosi. A me piace il sughino che si forma ma se non piacesse potete far scolare i pomodori, o tagliarli a pezzetti e strizzarli leggermente prima di usarli. La stessa attenzione va usata col formaggio: se volete usare mozzarella fatele perdere un po’ di siero prima di usarla. Buon appetito! […]

Pomodorini sfiziosi

L’altra sera, per un aperitivo veloce, ho preparato questi pomodorini sfiziosi. Pronti in 5 minuti, con ingredienti semplici: prendete 2 pomodorini a testa (meglio tipo Piccadilly, ideali per preparazioni tipo “finger food”) divideteli a metà e scavateli, salateli leggermente riempire i pomodorini con ricotta e ornarli con capperi, funghetti o altro. un ultimo pizzico di sale e, se piace, una spolverata di pepe Io ho usato solo avanzi trovati nel frigo: si possono combinare infiniti ingredienti per ottenere risultati sempre diversi e sempre gustosi. Al posto della ricotta si può usare stracchino, o una salsa a base di tonno. Al posto dei sottoli due acciughine o un affettato (prosciutto, capocollo) tagliato a striscioline fini. Lasciatevi ispirare dalla fantasia!

Questo blog si serve di cookie tecnici per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Se vuoi saperne di più a riguardo, compreso come cancellarli e/o bloccarli, accedi alla pagina Cookie Policy per visionare l'informativa completa, altrimenti clicca su "OK" per accettarli esplicitamente. Se prosegui nella navigazione sul sito acconsenti tacitamente al loro uso. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi