Sopravvissuto – The Martian (film vs libro)

Attenzione spoiler – se non avete ancora visto il film o letto il libro, beh, che aspettate a farlo? Dopo potete tornare qui senza rischio che io vi rovini il finale ūüôā Letto il libro, piaciuto, mi son detto: andiamo a vedere come Ridley Scott porta su pellicola un lavoro del genere. Che non √® facile perch√© il libro si basa molto sul racconto che il sopravvissuto affida al diario virtuale presente nel suo laboratorio/casa. Pu√≤ diventare un’impresa trasporre tante parole¬†e¬†procedimenti (anche matematici e chimici)¬†su¬†pellicola, dove l’immagine √® il mezzo privilegiato di comunicazione. Ma Scott di solito √® bravo in queste cose ed √® riuscito a compensare alcune delusioni con alcune immagini e scene mozzafiato. La storia, se non la conoscete, ve la riassumo cos√¨: Mark Watney √® un biologo e astronauta in missione, insieme a dei compagni, su Marte: il loro compito √® raccogliere campioni e fare ricerche e dovranno stare sul suolo marziano un bel po’ di giorni.¬†Solo che una tempesta rovina i loro piani: raggiunge intensit√† tali da costringerli a fuggire. Durante l’evacuazione Mark viene sbattuto via da una antenna strappata dal vento (semplifichiamo…) e, disperso e creduto morto, lasciato indietro. Ma scopriremo che Mark √® sopravvissuto e dovr√† iniziare una lotta contro il tempo, la solitudine e Marte stesso per sopravvivere fino alla prossima missione marziana, da cui spera di esser salvato. Unico problema: tale missione arriver√† fra 4 anni e quindi Mark √® costretto a inventarsi vari espedienti per riuscire a resistere cos√¨ tanto. In […]

Pisa Book Festival (con un tocco di Scozia)

Nooooooo!!!!!¬†Uffa, non posso andare! Ho scoperto oggi che dal 6 all’8 novembre si svolge il Pisa Book Festival. Quest’anno l’ospite d’onore sar√† la Scozia (con i suoi autori, le sue storie, i suoi libri). Il programma √® bello ricco (e¬†a me interessava un evento in particolare: Marco Malvaldi presenta il suo nuovo libro, Buchi nella sabbia), con autori, editori e ospiti internazionali. Se qualcuno √® interessato trova il programma a questo link. E se magari mi racconta qualcosa, nei commenti, quando torna, gliene sar√≤ grato.

Contro natura (Dario Bressanini, Beatrice Mautino)

Cosa √® “naturale”, e cosa “contro natura”? Nel sentire comune di solito si associa la “naturalit√†” (come fosse una specifica qualit√† carica solo di significati positivi) alle cose coltivate in modo naturale. Ma, quindi? Cosa si intende per coltivare in modo naturale? B√®, qui si aprono tante strade: chi intende senza concimi, fertilizzanti e altri prodotti¬†“di sintesi” pensa, in realt√†, al “bio”. Molti, invece, non sanno dare una spiegazione precisa di pratiche “naturali”. E qualcuno pensa alle cose che quasi spontaneamente nascono dalla terra, in una visione bucolica dell’agricoltura. Dario e Beatrice cercano di smontare questi luoghi comuni illustrando cosa davvero comporta il far crescere delle piante che siano buone, cio√®¬†rendano il giusto frutto agli agricoltori e siano di buon sapore e commestibili¬†per gli utenti finali. Il primo concetto che ci propongono √® che la natura non √® statica. La mela che mangiamo oggi non √® la stessa mela¬†di Adamo ed Eva (o, per esser pi√Ļ precisi, non √® una copia della prima mela assaggiata da qualcuno in Kazakistan millenni fa). In modo “naturale” (in questo caso intendo “senza che l’uomo ci abbia messo mano”) o pilotato (con l’aiuto dell’uomo) le piante si incrociano fra loro da millenni, da quando sono nate, oppure subiscono mutazioni casuali che le trasformano. Il grano tenero tutt’oggi molto apprezzato per la panificazione √® nato (raccontano gli autori in “La telenovela dei grani” – cap. 4) da¬†incroci strani, fra generi diversi di piante, senza che l’uomo ci mettesse, appunto, mano.¬†All’epoca nacque, in pratica, una pianta […]

Forse √® meglio cambiare antivirus…

Vi giro una breve notizia pubblicato oggi da Paolo Attivissimo, a causa della quale ho deciso di¬†ripensare a quale antivirus rivolgermi per il mio fido PC. Non si parla della qualit√† del lavoro di base (la protezione da virus) del prodotto citato, ma¬†del prezzo da pagare per averlo gratuitamente. La ditta ha cambiato le regole¬†e fra qualche giorno inizier√† a¬†raccogliere le info dai nostri PC e a disporne a suo piacimento, fra cui la vendita a terzi. Viene dichiarato che non verranno raccolte informazioni personali e tutto sar√†¬†“anonimizzato”: √® sicuramente vero, ma sono sempre informazioni che tu raccogli da me e l’unica possibilit√† che io ho per negarti la raccolta √® disinstallare l’antivirus.   Qualcuno dir√†: che male fanno se le info raccolte restano anonime? Non so voi, ma pur conoscendo il meccanismo che c’√® sotto, a me inquieta, quando apro un sito web, trovare pubblicit√† di cose che ho cercato pochi minuti prima. So che non √® niente di grave (almeno per ora), ma preferisco mettere un freno a tutta questa profilazione. Ecco l’articolo di Paolo, con tutti i dettagli del caso.

Beppe Severgnini in Rai per scoprire pregi e difetti di Italiani ed oltre

C’√® un giornalista e scrittore che apprezzo molto, sia per il contenuto degli articoli (magari non sempre sono d’accordo, ma apprezzo la sua capacit√† di analisi e di¬†esposizione del problema) sia per lo stile di scrittura (sempre leggero, preciso e semplice). Si chiama Beppe Severgnini, scrive per il Corriere della Sera (rubrica Italians), ha girato mezzo mondo con la sua professione e fa apparizioni in programmi TV (da Otto e Mezzo¬†a Ballar√≤). Ho letto alcuni suoi libri ¬†e ho scritto cosa ne penso in questo blog. Se volete andare a vedere ecco i link: La pancia degli italiani : Berlusconi spiegato ai posteri | Italians : Il giro del mondo in 80 pizze | L’italiano : lezioni semiserie | Ingelsi [Edizione aggiornata] | Manuale dell’imperfetto sportivo Insomma, una esperienza niente male¬†che lo fa approdare¬†in un programma TV tutto suo, su Rai 3, dal titolo¬†“L’Erba dei Vicini”. ‚ÄúL‚ÄôErba dei Vicini‚ÄĚ, Rai3, ore 21, da luned√¨ 9 novembre per sei puntate. Un programma di confronti con gli altri grandi Paesi europei e gli USA. (fonte) Immagino il titolo faccia il verso al detto “l’erba del vicino √® sempre pi√Ļ verde”. Ma √® poi cos√¨ vero? L’idea √® di¬†mettere¬†a confronto, infatti, gli italiani con altri popoli (Germania, UK, Francia, … vedete sotto la lista completa delle puntate)¬†e capire in cosa noi siamo pi√Ļ bravi (e potremmo insegnare) e in cosa difettiamo (e potremmo imparare). Tutto (sembra) parlando con personaggi veri, e non facendo discorsi sui massimi sistemi. Ordine ¬†della puntate: Italia-Germania 9 novembre, […]

Buchi nella sabbia [anteprima]

Segreto segretissimo (come dice Marco Malvaldi stesso): all’inizio di novembre nuovo libro del prolifico autore per Sellerio. Non √® una nuova storia del Bar Lume ma un “giallo-storico”, sulla falsa riga di “Odore di chiuso” dove il protagonista √® l’Artusi. Siamo nel 1900 a Pisa, e il nuovo Re d’Italia √® in visita alla tenuta reale di San Rossore. Per festeggiare l’evento¬†verr√† rappresentata, nel teatro cittadino, la nuova opera di Puccini, la Tosca. Che per√≤ potrebbe creare problemi, visto che dileggia il potere costituito (e quindi il Re in persona)… B√®, per la trama vi lascio a LibreriaUniversitaria.it, che ne parla ampiamente. Oppure, se volete una versione sempre ben fatta ma ridotta, potete dare un’occhiata a Google Libri. Non vedo, ancora, il titolo sul sito dell’Editore Sellerio, ma mi sa che verr√† messo presto. Il prezzo (confermato da vari siti) √® di 14 Euro, per 208 pagine. Nella media. Confido nel solito sconto del 15% applicato da Amazon e¬†da varie catene di supermercati. Per√≤ uffa: ancora 40¬†giorni di attesa ūüôā

Girovagando sulla francigena (escursione con Le Vie Narranti)

Fra un libro ed un altro mi piace anche farmi qualche passeggiata per “leggere” il territorio nei miei dintorni (lo ammetto, sono di una ignoranza spaventosa in merito: conosco pochissimo la storia di una terra tanto ricca come la Toscana). Mi √® capitata l’occasione di partecipare ad una escursione guidata da Paolo (che √® guida ambientale),¬†con l’associazione¬†nel contesto del suo progetto di promozione del territorio¬†Le Vie Narranti. Il percorso prevedeva la partenza da¬†Abbadia Isola, nei pressi di Monteriggioni (vedi mappa sotto), con un passaggio lungo un pezzo della “via francigena” ed il ritorno ad Abbadia nel pomeriggio, dopo circa 17 chilometri di camminata nella natura, fra boschi di leccio e antichi sentieri. Ma sul percorso lascio parlare la mappa: Come dicevo sopra, ignoro tanto dei luoghi in cui vivo o che, essendo vicini, visito. Per esempio¬†Monteriggioni, cittadina medievale, la conosco perch√© ci ho passato qualche ora, magari con amici, in estati passate, ma non ne conosco la storia. Grazie a questa escursione ho imparato qualcosa. Certo, rimane ancora molto, ma adesso ho qualche chiave di lettura in pi√Ļ del luogo e della sua storia. Lo stesso dicasi¬†per¬†la “via francigena”: sono anni che ne sento parlare, ma se dovessi spiegare cosa sia non lo saprei (anzi, non lo avrei saputo) fare. La via francigena (musica da documentario¬†in sottofondo, grazie) √® un percorso – ricostruito sulla base del diario del vescovo Sigerico – che collega Canterbury a Roma. Nel medioevo i pellegrini che si recavano presso i¬†luoghi di culto¬†(fra cui, appunto, Roma) […]

Melanzana e pomodori a strati

L’altra sera ho preparato una cenetta veloce¬†a base di melanzane, pomodori e formaggio. Non sono un amante delle melanzane, e questo √® uno dei pochissimi modi in cui riesco a mangiarne¬†(anzi: divento goloso se son cotte¬†cos√¨ o preparate alla griglia con battuto di prezzemolo e aglio). Ingredienti (per due persone): – 2 melanzane medie – 4-5 pomodori (tipo¬†piccadilly o, comunque, dalla polpa abbastanza “asciutta”). – una confezione di formaggio Galbanino – sale, olio, origano Preparazione Tagliate a fette (spessore circa 1,5 cm) le melanzane e passatele alla griglia per qualche minuto finch√© non appassiscono. Intanto preriscaldate il forno a 180 gradi.¬†Tagliate a fette anche i pomodori (spessore circa 0,5 cm) – se usate pomodori molto acquosi √® meglio tagliarli 20 minuti prima, salarli e far scolare l’acqua ¬†– e il Galbanino (fette pi√Ļ fini possibile). Coprite una teglia da forno con carta da forno e disponetevi le melanzane stratificandole: 1 fetta di melanzana, fette di pomodoro a coprire, una fetta di galbanino, sale, origano. Ripetere per due¬†(o, volendo, anche tre) strati. Aggiungere un filo d’olio e infornare (180 gradi) per circa 5¬†minuti (quando il formaggio inizia a fondersi sono pronte). Varianti: Si possono usare vari tipi di formaggio, ma io prediligo quelli che fondono. Si pu√≤ usare anche la mozzarella, ma ricordatevi di tagliarla una mezz’ora prima e di farla un po’ asciugare, altrimenti le melanzane saranno costrette ad imparare a nuotare (pomodoro e mozzarella fanno molta acqua) Si possono aggiungere filetti di acciuga (mettere meno sale) su uno degli […]

Questo blog si serve di cookie tecnici per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Se vuoi saperne di pi√Ļ a riguardo, compreso come cancellarli e/o bloccarli, accedi alla pagina Cookie Policy per visionare l'informativa completa, altrimenti clicca su "OK" per accettarli esplicitamente. Se prosegui nella navigazione sul sito acconsenti tacitamente al loro uso. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi