Ancora sulle favole

Riporto una notizia Ansa che mi fa molto piacere. Nel post “Favole al telefono (Gianni Rodari)…” avevo consigliato ai genitori di leggere le favole ai propri bimbi. Oltre alle fiabe classiche consigliavo di leggerne anche qualcuna di Rodari.

La notizia ANSA parla, appunto, di uno studio della Boston School of Medicine sull potere benefico delle favole (aiuta i bambini a sviluppare più velocemente il linguaggio ed è un mezzo di forte scambio emotivo).

Io ero convinto della bontà di leggere qualcosa ai ragazzi (insieme ai ragazzi) anche senza lo studio della Boston School, ma ora sono ancora più convinto. Ognuno, però, valuti per sé.

Ecco la notizia ANSA: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/scienza/news/2008-05-13_113230501.html

Libri da ascoltare

Libri trasformati in file audio, registrati da volontari, che ognuno di noi può scaricare ed ascoltare. Gratuitamente. Ovviamente i libri sono di pubblico dominio.

Si chiama LibriVox ed è una biblioteca di libri – tutti di pubblico dominio, cioè senza più diritti di autore pendenti su di essi – in formato audio. Ma non si tratta degli “audio libri” che alcune società tentano di vendere, quanto di registrazioni fatte da volontari e aggregate a formare il libro.

Ognuno può, per esempio, partecipare come volontario e registrare un capitolo di un opera, il quale, messo insieme agli altri capitoli letti da altri volontari, formerà il “libro”, scaricabile per intero o per singoli capitoli, via podcast o semplicemente come file mp3… Il tutto in 7 lingue (compresi italino, brasiliano, finlandese…). Ovviamente non tutti i libri sono in tutte le lingue: dipende dai volontari che hanno “letto” per noi i libri…

Vale più una visita che mille parole, quindi vi rimando ad un paio di link: